Prodotti bio, boom tra le giovani coppie

Il bio è arrivato da quasi cinque anni anche sulle tavole dei palermitani. «Abbiamo iniziato con la vendita diretta sul territorio, con la vendita ai gruppi d'acquisto solidale, al dettaglio e a domicilio nel 2009 - spiega Giulio Perricone socio della cooperativa Vite Bio -. La nostra cooperativa è nata da un gruppo di 14 produttori di prodotti biologici di Palermo e provincia». I clienti tipo del negozio Spaccio bio sono soprattutto le giovani coppie che vogliono dare da mangiare ai loro bimbi prodotti non contaminati.
Ma il mercato del biologico a Palermo sta facendo breccia anche nel cuore delle casalinghe tradizionali: «Magari vengono dopo aver avuto la segnalazione dalle figlie o dalle nuore - spiega Perricone - poi gustano i nostri prodotti e continuano a comprarli». C'è ancora l'idea in giro che i prodotti biologici siano più cari rispetto ai prodotti venduti nella grande distribuzione: «Ma non è vero, ormai si possono spendere solo 60 centesimi in più rispetto ai prodotti convenzionali e la qualità è nettamente superiore», conclude Perricone.
A spiegare la vera differenza tra un prodotto bio e uno tradizionale è la coordinatrice di un Gas di Palermo che riunisce 60 nuclei familiari, Antonia Giusino: «Tutto ciò che non è biologico ha un sapore uniforme, cambia solo la consistenza. La zucchina e la melanzana convenzionale hanno lo stesso sapore. Mentre se mangi del pomodoro o delle fragole biologiche scoprirai il vero gusto di ortaggi e frutta». La vera carta vincente dei Gas sta nel fatto che perdi meno tempo a fare la spesa. Infatti si ordina la spesa on line scegliendo da un listino e ti porteranno la spesa di una settimana a domicilio.


S.I.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati