Cantieri di servizio, boccata d’ossigeno per quasi 100 operai di Serradifalco

Sarà garantita la partecipazione di almeno il 50 per cento di giovani, il 20 per cento di ultracinquantenni e il 5 in favore di disabili

SERRADIFALCO. Boccata d'ossigeno dai bocchettoni dei cantieri di servizio. Sia per novantacinque capifamiglia, che potrebbero trovare lavoro in cinque cantieri di servizio. Sia per il municipio, che potrebbe avere la certezza di assicurare cinque diversi servizi. Il tutto attraverso una delibera di giunta comunale. Quella di approvazione dei programmi per i quali richiedere finanziamento. Provvedimento che contiene anche il bando per assegnare i novantacinque posti disponibili e il modello di domanda da compilare. Nell'ambito di ciascun cantiere, sarà garantita la partecipazione di almeno il 50% dei giovani di età compresa tra 18 e 36 anni, il 20% sarà riservato ai soggetti tra 37 e 50 anni; il 20% in favore degli ultracinquantenni; il 5% in favore di soggetti immigrati; il restante 5% in favore di portatori di handicap. Le istanze, da compilare sui modelli predisposto in distribuzione nella portineria del municipio, potranno essere prodotte entro il prossimo 18 ottobre, all'ufficio protocollo del comune. Ai singoli programmi di lavoro potranno essere ammessi chi possiede un reddito, comunque percepito e da chiunque erogato, non superiore a 442,30 euro (corrispondente all'assegno sociale per il 2013), ad eccezione di chi ha beneficiato o sta beneficiando del reddito minimo d'inserimento. La natura assistenziale dei cantieri, infatti, è finalizzata a sollevare il disagio socio economico dei nuclei familiari privi di qualsivoglia reddito o di reddito insufficiente. I soggetti da ammettere saranno individuati sulla base del reddito familiare. Nei cantieri si potrà lavorare tre mesi ogni anno.
I cinque cantieri di servizio progettati prevedono la realizzazione di altrettanti programmi, predisposto dai vati uffici comunali. Quello dei servizi sociali prevede l'assistenza domiciliare. L'area dei servizi scolastici, invece, ha elaborato il programma per l'assistenza scolastica. Quello dei servizi manutentivi e verde pubblico, invece, prevede la manutenzione del verde pubblico. Un programma di manutenzione delle caditoie e dei canali, infine, è stato predisposto dai servizi tecnici. Tutti servizi che nei quali il comune, oggi, stenta a garantire compiutamente. E sui quali, per tale motivo, spesso si registrano le lamentele dei cittadini. L'istituzione dei cinque cantieri, con i novantacinque lavoratori che vi troverebbero servizio, invece, potrebbe farli funzionare ancor meglio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati