Tecnocasa, prezzi giù ma c'è voglia di ripresa

Il 2013 chiuderà con calo tra 6 e 8%

MILANO. C'è voglia di ripresa nel mercato  immobiliare italiano sebbene sia ancora caratterizzato da una  contrazione dei prezzi. Nei primi sei mesi del 2013 si è  registrato un calo del 4,7% nelle grandi città e del 5% nei  capoluoghi di provincia. È quanto emerge dai dati del Gruppo  Tecnocasa, che per i prossimi mesi prevede ancora un ribasso dei  valori e per fine anno si aspetta una contrazione compresa tra  -8% e -6%.       Tra le grandi città, è Verona a segnare il calo più brusco   (-7,9%), al contrario di Napoli (-3%) dove la contrazione dei  prezzi è la meno forte, seguita da Milano (-3,6%) e da Genova   (-3,9%). L'analisi per aree geografiche vede il centro Italia  chiudere il semestre con una diminuzione dei prezzi del 6%, a  seguire il Nord (-4,8%) e il Sud (-4,6%). Quanto alle  compravendite, secondo Tecnocasa, quest'anno potrebbero  oscillare tra 420 e 450 mila transazioni. Il gruppo immobiliare  inizia a vedere «alcuni cambiamenti che potranno portare  'all'albà di un nuovo mercato immobiliare rifondato su  dinamiche diverse da quelle viste fino ad oggi». Rispetto al  2012, le agenzie del gruppo hanno registrato «più appuntamenti  di visita e più decisione in coloro che possono acquistare».      

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati