Sicilia, Società

Laurea e Lavoro La necessità della doppia L per il futuro dei giovani

La grave crisi economica che ha investito il mondo, impone ai giovani che intendano intraprendere un      corso di studi universitario una seria ed attenta riflessione circa le reali opportunità lavorative che il mercato del lavoro offrirà nei prossimi decenni. D’altra parte le allarmanti statistiche ufficiali degli ultimi anni ci dicono chiaramente che il 60% dei laureati non trova occupazione.  In tale contesto il primo obiettivo che un giovane deve proporsi è quello di scegliere un corso di laurea che assicuri l’acquisizione di forti competenze e conoscenze appetibili da un  mondo del lavoro che non ha più confini,  che ha superato il concetto di territorio in quanto può presentarsi a Londra, a Parigi o a Bruxelles.
Oggi più che mai occorre essere all’altezza delle mutevoli e complicate realtà del mondo del lavoro al fine di realizzare quello che oggi possa sembrare inverosimile: il lavoro che viene incontro all’uomo .
Nuove figure professionali vengono richieste dal mondo del WEB, unico settore nel mondo che non conosce la crisi,nuove opportunità di lavoro che presuppongo sempre  la perfetta conoscenza delle lingue e un forte interesse per le nuove tecnologie,una flessibilità pratica e mentale e spirito imprenditoriale.
Il corso di Laurea in Mediazione Linguistica attivato con decreto del Ministero dell’ Istruzione, dell’ Università e della Ricerca del 31 Luglio 2003 presso la Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Palermo ha la finalità di dare una risposta concreta alle difficoltà di inserimento nel mondo del lavoro in quanto si pone come obbiettivo primario la formazione di interpreti e traduttori,figure professionali richieste da un  mercato che non è più solamente locale ma internazionale.
Uno spiccato interesse per le lingue e le culture straniere, propensione per i contatti interpersonali e per gli scambi culturali, mentalità flessibile e curiosa nei confronti delle nuove tecnologie sono i principali requisiti indispensabili per intraprendere tale professione.
Lo studio delle lingue straniere è finalizzato al raggiungimento della loro perfetta conoscenza,secondo il Quadro di Riferimento Europeo e secondo le specifiche richieste del mercato che non richiede più semplicemente la conoscenza delle lingue ma la loro assoluta perfetta conoscenza.
Caratteristica peculiare del progetto formativo della Scuola Superiore per Mediatori linguistici è la  didattica basata sul principio del “trasferimento dei segreti del mestiere”. L’insegnamento difatti   prevede, oltre alle indispensabili lezioni teoriche per costruire e consolidare le basi, l’utilizzo di fonti reali: testi comunitari, congressuali e professionali, stampa nazionale ed estera, aggiornamenti ed edizioni in lingua originale. Nuove figure professionali quali Account executive, Head of communications and marketing, Solution consultant vengono richieste dal mondo del WEB, unico settore nel mondo che non conosce la crisi,nuove opportunità di lavoro che presuppongo sempre  la perfetta conoscenza delle lingue.
Export assistant -  responsabile dei rapporti internazionali all’interno delle aziende, Tourist promoter – un esperto in grado di gestire e promuovere le attività turistiche, traduttore di linguaggi specialistici per le imprese e la new economy,operatore linguistico per l’informazione e la comunicazione – inviati speciali ,cronache e redazioni, Web writer – nei settori delle imprese e del turismo sono le più importanti figure professioni in cui si estrinseca la professione di interprete.

HTTP://WWW.MEDIATORELINGUISTICO.IT

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati