L'ultimo saluto alla piccola Gloria

Sicilia, Archivio

GELA. "Quella della piccola Gloria è stata una morte infame, l'ennesimo caso di malasanità che rappresenta un morbo per il nostro Paese. I cretini non bisogna mandarli avanti. Chi non ha voglia di studiare va fermato. Purtroppo c'è  molta superficialità". Lo ha detto don Enzo Romano, parroco della chiesa "San Rocco" a Gela, nel corso della sua omelia   per l'ultimo saluto alla piccola Gloria Ascia, la bimba di due anni deceduta al Policlinico di Tor Vergata, a Roma, dopo un intervento chirurgico di posizionamento di un catetere propedeutico al trapianto di midollo.  "Ci vuole attenzione - ha proseguito il sacerdote- soprattutto nel campo medico Purtroppo c'è il Dio denaro che, maledetto, a volte offusca le menti. Stupida negligenza, dovrebbe essere sradicata dalla faccia della Terra. Giustizia sia fatta".
In centinaia oggi a Gela x l'ultimo saluto alla piccola Gloria.Il corteo fra è partito dalla sua abitazione, in via Marsiglia, e   ha poi  raggiuto la chiesa di San Rocco. Davanti all'abitazione uno striscione con la foto.della bimba di soli due anni, con su scritto: “Ci mancherai piccolamia il tuo.ricordo ci dara' la forza per affrontare con un sirriso la vita, proprio come hai fatto tu! Sei il nostro Angelo”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati