Questionari truffa, denunciati due siciliani a Perugia

CITTA' DI CASTELLO. Due italiani, originari della Sicilia, e un romeno sono stati denunciati a
Città di Castello dalla polizia per avere fatto firmare a una quindicina di ignari cittadini (tutti con più di 65 anni) dei questionari che riportavano, con caratteri molto piccoli, alcune condizioni di vendita riguardanti la fornitura annuale di alcune riviste. Sono accusati di tentativo di truffa.
Il commissariato ha accertato che i tre, risultati già inquisiti in passato per vicende analoghe, agivano ben vestiti. Il questionario conteneva alcune domande riguardanti abitudini quotidiane di vita e al termine - in base alla ricostruzione degli investigatori -, al fine di validare le risposte facevano firmare un foglio con anche la fornitura delle riviste. Con un costo di oltre 150 euro annuali.
I cittadini interessati sono stati inviati dalla polizia a consegnare in commissariato le copie delle interviste, ritenute utili per proseguire le indagini. Dagli accertamenti è comunque emerso che i tre indagati gravitavano in zona già da qualche giorno, prediligendo i parcheggi dei centri commerciali e la stazione degli autobus di Città di Castello.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati