Sicilia, Cronaca

Nave piena di droga, equipaggio dà fuoco al carico: operazione nel Canale di Sicilia

ROMA. Trasportavano nelle stive della nave 30 tonnellate di hashish, e per questo, appena avvistate le imbarcazioni della Guardia di Finanza che stavano per bloccarli, i 9 membri dell'equipaggio della motonave 'Gold Star' battente bandiera della Tanzania, hanno dato fuoco al carico e poi si sono gettati in mare per evitare l'arresto. Gli uomini, di nazionalità siriana ed egiziana, sono stati tratti in salvo dagli uomini della Guardia di Finanza nelle acque del Canale di
Sicilia e poi posti in stato di fermo.

Si é trattato di una complessa operazione antidroga, coordinata dal Comando Operativo Aeronavale di Pomezia (Pratica di Mare),iniziata tre giorni fa, quando è giunta, dal II Reparto
del Comando Generale, dalla Direzione Centrale Servizi Antidroga, la notizia della presenza di un ingente carico di droga in navigazione nel Mediterraneo a bordo del cargo.

Nel pomeriggio di ieri le unità navali ed aeree del Comando Operativo Aeronavale hanno raggiunto, nel tratto di mare compreso fra Capo Passero e Malta, il cargo per tentarne l'abbordaggio, dopo aver ottenuto la prevista autorizzazione dallo Stato di Bandiera. Sono ancora in corso le fasi di recupero e messa in sicurezza della "Gold Star".

Mezzi militari della guardia di finanza hanno rimorchiato verso il porto di Pozzallo, nel Ragusano, per procedere ai dovuti controlli ed agli atti di competenza relativi alla motonave 'Gold star'.    Dopo che l'equipaggio aveva appiccato il fuoco a bordo della nave, militari delle Fiamme gialle hanno arrestato tutti i membri mettendo subito in sicurezza la motonave al fine di rimorchiarla fino al porto. L'arrivo della motonave a Pozzallo è previsto per le 21.30.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati