Tutti i rimedi contro il «rilassamento cutaneo»

Il vero nemico del fitness anti – rughe è il rilassamento cutaneo. Ma la stimolazione meccanica induce la rivitalizzazione naturale dei tessuti, producendo un incremento dei livelli di produzione dell’acido ialuronico, dell’ elastina e del collagene. Tutte sostanze «apportatrici di giovinezza».
Alla stimolazione meccanica, si aggiungono, però, altre tecniche anti-età appartenenti al campo della medicina estetica. Stiamo parlando del ‘botox’ e del ‘filler’, due dei più noti trattamenti estetici anti-età per la pelle. I trattamenti estetici a base di Botox, infatti, si contendono oggi, insieme a quelli a base di filler, la palma dei trattamenti estetici più efficaci per ridare tonicità, elasticità e compattezza alla pelle del viso.
Il botox è uno di quei trattamenti di ‘refreshing’ che attenuano i segni del tempo, come le rughe e i rilassamenti dell’epidermide. Il suo nome deriva da quello della neurotossina botulinica che lo compone. Ma come funziona? Si eseguono tante piccole infiltrazioni nelle diverse zone del viso, ma viene usato, soprattutto, nella zona centrale della fronte, nella zona perioculare e dell’arcata sopracciliare e nell’ area del mento. Le infiltrazioni di botox hanno la capacità di bloccare la trasmissione degli impulsi nervosi, ridurre la contrazione muscolare e distendere la pelle. L’intervento viene eseguito senza anestesia in ambulatorio, ha i primi effetti a distanza di una settimana circa dall’ infiltrazione e ha una durata di 4 – 6 mesi. Con il botox si blocca il rilascio di aceticolina, un trasmettitore nervoso che contribuisce a contrarre il muscolo e a formare le rughe di espressione. Il botox, dunque, rilassa il muscolo e fa scomparire le rughe.
L’ applicazione del filler, invece, avviene anche senza anestesia, ma deve essere fatta da un medico, un dermatologo in genere, e in un ambiente idoneo. Il trattamento consiste nell’ iniettare nella pelle, attraverso un ago abbastanza sottile, dei materiali riempitivi completamente riassorbili. Tra questi vi sono sostanze come l’ acido ialuronico, il collagene e il nuovo gel di alginato, uno zucchero che viene estratto dalle alghe marine.
Il trattamento consiste nell’ iniettare questi riempitivi nella zona del viso dove sono presenti le rughe. I trattamenti filler vengono effettuati soprattutto nelle aree intorno alle labbra e intorno al naso. I dermatologi consigliano di fare sempre attenzione al tipo di sostanze che vengono iniettate.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati