Il cimitero degli Angeli trasformato in «centro scommesse e di coraggio»

Alcuni giovani si radunerebbero nelle ore notturne per sfidarsi nell’entrare tra i loculi

CALTANISSETTA. Si sfidano a chi trova il coraggio di scavalcare il cancello, entrare al cimitero e magari fare un giretto a piedi fra le tombe. Il tutto, ovviamente, nelle ore notturne quando il camposanto è rischiarato appena dalle piccoli luci perenni e dove basterebbe il minimo rumore per far venire la tremarella. Bande di giovani - come si sospetta - misurano il grado di temerarietà in un un gioco dietro il quale probabilmente fiorisce un giro di scommesse clandestine. Vince chi riesce a rimanere di più, al calar delle tenebre, in un luogo tradizionalmente carico di mistero e per qualcuno pieno di fascino sinistro. Queste assurde sfide avvengono ovviamente a debita distanza dall'ingresso principale "sorvegliato" da un impianto di video sorveglianza, ma in fondo a via Castello di Pietrarossa la ripida stradina ai piedi della rocca, dove insistono i due cancelli laterali del camposanto e dove non passa anima viva. Un luogo ideale, in assenza della video sorveglianza, per impiantare giochi e scommesse tanto inverosimili quanto pericolose. «Non necessariamente - ha spiegato il direttore del cimitero degli Angeli Vito Di Palma - debbono essere ragazzi della zona. Possono arrivare anche da altre parti della città. Di questo giro di scommesse legato a chi entra al cimitero di notte abbiamo avuto sentore da tempo, ma debbo anche aggiungere che abbiamo sempre trovato la parte bassa del cimitero sempre in perfetto ordine. Verosimile che si limitino a fare qualche passeggiata fra i vialetti e poi andar via. In definitiva bravate». Ma via Castello di Pietrarossa potrebbe - ed è questo l'altro sospetto - essere diventata la pista altrettanto ideale per improvvisate gare di motocross con spericolati centauri che si cimentano in un nastro d'asfalto lungo trecento metri e in fortissima pendenza. L'intera area che circonda il cimitero Angeli da molti anni è sottoposta pesantemente all'azione di ladri e piccoli e temerari malavitosi facilitata, purtroppo, dall'assenza di adeguati controlli e dalla mancanza dell'occhio del "grande fratello" in un zona dove, al contrario, dovrebbero regnare silenzio e rispetto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati