Sicilia, Tempo libero

Progetto Charitystars, al via a Taormina con i Pooh in concerto

Nata da un’idea del giovanissimo Francesco Nazzari Fusetti, è la prima piattaforma dedicata alla vendita all'asta di oggetti esclusivi

TAORMINA. Tutto pronto per domani sera per il concerto dei Pooh con l'Ensemble Symphony Orchestra che, con la collaborazione di Charitystars (www.charitystars.com/), vedrà come scenario privilegiato il teatro greco di Taormina. Su un palcoscenico unico, si metterà in atto il progetto CharityStars, la prima piattaforma dedicata alla vendita all'asta di oggetti esclusivi.

CharityStars nasce da un’idea del giovanissimo Francesco Nazzari Fusetti (classe 1987), già fondatore di ScuolaZoo, che ha il merito di avere portato in Italia il modello americano, e realizzata con i soci Manuela Ravalli e Domenico Gravagna. Domani sera, ad aggiudicarsi i tre biglietti speciali con ingresso nel blackstage prima dell'inizio dell'evento è stata Rosalinda Corsaro, una siciliana fan sfegatata dei Pooh, che potrà vivere un'emozione indimenticabile, insieme ad altre due persone che sceglierà di portare con sè al concerto del 23 agosto, incontrando i suoi idoli musicali nel blackstage prima dell'inizio. La cifra raccolta è di 480 € che servirà a sostenere il progetto di Medici Senza Frontiere, la Onlus che i Pooh hanno scelto di
supportare per l'occasione.

Oltre a loro, sono tante le celebrities che hanno già aderito all’iniziativa, dagli sportivi come Gigi Buffon, Massimiliano Allegri, Vialli & Mauro, Carolina Kostner, Leonardo Ghiraldini, Matteo Tagliariol così come artisti, tra cui Arisa, Francesco Facchinetti, Phil Mer, personaggi dello spettacolo come Paolo Ruffini, Cristina e Benedetta Parodi, Ale&Franz.

Tanto il successo: in soli 20 giorni sono state chiuse oltre 30 aste, tra le quali spiccano la maglia di Giorgio Chiellini indossata durante una partita di Champions venduta a 1000 euro, una cena preparata dallo chef Simone Rugiati per 1200 euro, un vestito su misura realizzato da Alessandro Martorana, il sarto delle celebrites a più di mille euro, un business lunch per proporre la propria idea di business a Giorgio Gori a più di 300 euro.

"È la prima piattaforma fundraising in Europa interamente dedicata alla vendita all’asta oggetti e incontri con personaggi famosi, destinando il ricavato in beneficenza a tutte le Onlus che aderiscono al progetto." dice Manuela Ravalli. "Tutti i fan potranno, quindi, realizzare un sogno: incontrare il loro personaggio del cuore o acquistare un oggetto autografato dal proprio idolo, contribuendo, nel contempo, ad una buona causa. Abbiamo iniziato il 5 giugno e la piattaforma ha avuto già tantissimi feedback positivi: d'altronde, CharityStars porta in Europa quello che già negli States è consuetudine, ovvero sostenere importanti cause sociali mettendosi in gioco in prima persona. Qui non esisteva ancora un progetto organizzato in questo modo. Il successo che sta avendo ci gratifica: il nostro team è formato da gente motivata e preparata nell'ambito della comunicazione e nel settore new media. Il profilo charitystars è un vero e proprio social network della beneficenza: rappresenta anche un modo per avvicinare i giovani."

I progetti attivi sono molti, e vedono coinvolte tante organizzazioni come Medici Senza Frontiere, WWF Italia, Aiutare i bambini, AriSLA - Fondazione Italiana di ricerca per la Sclerosi Laterale Amiotrofica, e molte altre.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati