Il vino degli antichi romani rinascerà in Sicilia

PALERMO. Il vino degli antichi Romani potrebbe  rinascere in Sicilia, dove si tenterà di riprodurre un vigneto  seguendo in maniera fedele le 'istruzionì contenute in alcuni  testi romani. L'esperimento sarà condotto dall'Istituto per i  beni archeologici e monumentali del Consiglio nazionale delle  ricerche (Ibam-Cnr) a Catania in collaborazione con la cattedra  di Metodologie, cultura materiale e produzioni artigianali nel  mondo classico dell'università di Catania.   L'obiettivo del progetto è verificare sperimentalmente e  tradurre in pratica le antiche tecniche romane di produzione del  vino: dal prelievo delle talee fino alla vendemmia, passando per  lo scavo delle fosse e l'utilizzo di strumenti antichi  ricostruiti. Le istruzioni che saranno seguite sono contenute in  alcuni testi risalenti al periodo compreso fra il I secolo  avanti Cristo e il II secolo dopo Cristo, come il secondo libro  delle 'Georgichè di Virgilio e il 'De Agriculturà di  Columella.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati