"No alla chiusura del centro narcolettici"

Sicilia, Salute

PALERMO. 'No alla chiusura del centro per  pazienti narcolettici all'interno degli ospedali riuniti Villa  Sofia Cervello''. L'appello arriva dal segretario provinciale  dell'Ugl Sanità Domenico Amato, che protesta contro il  trasferimento del personale medico dedicato alla patologia  presso un altro reparto dell'azienda ospedaliera.  ''Eppure - si legge ancora nella nota siglata da Amato -  l'assessore regionale alla Salute Lucia Borsellino aveva  annunciato, nei mesi scorsi, l'apertura di un centro di  riferimento dedicato a questa malattia, con particolare  attenzione rivolta ai piccoli pazienti''.  ''I tagli alla sanità sono sacrosanti laddove vi siano  sprechi - commenta l'esponente sindacale - ma non certo nei casi  come questo: la narcolessia è una patologia grave e non è  corretto che chi ne è affetto debba subire sulla propria pelle  scelte politiche troppo spesso effettistiche ma prive di  risultati''.     Il sindacato chiede all'assessore Borsellino ''il rispetto  degli impegni assunti e la riapertura immediata del centro''.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati