San Cataldo, temporale e tombini otturati: in strada si formano «cascate»

SAN CATALDO. È bastato appena qualche minuto di temporale per mettere in ginocchio la città. Torrenti d’acqua alti qualche centimetro, vere e proprie cascate che venivano giù dalle scalinate. Per chi si è ritrovato a camminare a piedi intorno alle quattro di pomeriggio venerdì, il ritorno a casa deve essere stato davvero problematico. Così come per chi ha percorso il corso principale della città in auto trovandosi a dover procedere con qualche centimetro d’acqua di troppo e con seri problemi di visibilità.
Il problema? Sempre lo stesso: le caditoie non vengono ripulite. Nei tombini si trova di tutto, dalle pietre, alla sabbia, dalle foglie all’immondizia. E così basta un temporale estivo perché le strade cittadine diventino davvero impraticabili. «È probabile che molti tombini siano otturati – ha dichiarato il vicesindaco Gianfranco Scarciotta, con delega ai Lavori Pubblici - e quindi provvederemo a sollecitare Caltaqua ad una immediata ripulitura. La gestione e la manutenzione di rete idrica e fognaria infatti è affidata a loro, dunque da parte nostra non potremo far altro che sollecitare l’intervento». Già lo stesso problema si era presentato due anni fa e allora diverse macchine rimasero danneggiate vista l’ingente quantità di acqua scesa a valle dalla parte nord della città. RI.CI.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati