Catania, un poker ad alto rischio

Altolà di Pulvirenti agli atleti in scadenza di contratto. «Bisogna meritarlo - dice - e non è per nulla scontato. Non ci sarà un “Marchese-bis”»

Sicilia, Qui Catania

CATANIA. Nell'ultima conferenza stampa, il presidente Nino Pulvirenti ha lanciato un messaggio ben preciso ai quattro atleti il cui contratto scade il 30 giugno 2014. Bisogna meritarlo e non per tutti è scontato, soprattutto vanno valutate le diverse situazioni, ma è certo che non ci sarà un altro "caso Marchese", un atleta valido che è andato via a parametro zero dopo aver giocato fino alla fine. Alvarez, Bellusci, Biagianti e Capuano sono, insomma, avvertiti. Giuseppe Bellusci è vicinissimo alla firma, come lui stesso ammette pubblicamente, augurandosi che si arrivi in tempi brevi a mettere nero su bianco.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI CATANIA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati