Muos, il sindaco di Messina: "No alle antenne"

MESSINA. ''La dismissione delle aree militari e la conseguente trasformazione in aree attrezzate per la libera fruizione dei cittadini e' stata uno dei primi punti del mio programma nel corso della campagna elettorale. Insieme ai componenti la Giunta municipale saremo portatori di pace e di
collaborazione, sostenitori di qualsiasi forma di antimilitarismo''. Lo ha affermato il sindaco di Messina Renato Accorinti stamane, durante una conferenza stampa in municipio, parlando, tra l'altro, delle iniziative della Giunta municipale contro l'installazione del Muos, considerato ''un impianto satellitare finalizzato a governare le prossime guerre nello scacchiere mondiale, con la preminenza di armi di distruzione di massa e a controllo remoto''.

L'atto, deliberato venerdì scorso, prevede anche la richiesta alla Regione siciliana di opporsi all'installazione del Muos e alla militarizzazione dell'Isola, promuovendola come strumento e  simbolo di pace nel Mediterraneo e nel mondo. ''Nella nostra città - ha concluso - ci sono numerose aree militari dismesse, tra queste gli spazi della falce del porto, dell'ex Direzione
Artiglieria a Bisconte e a Campo Italia, da riconvertire in aree verdi e parchi attrezzati''.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati