Carceri, una delegazione dei Radicali domani a Catania

CATANIA. Domani a Catania alle 9,30 una delegazione dei Radicali Italiani composta da Gianmarco Ciccarelli, Daniela Basile, Eliana Verzì, Dino Tinè ed Elio Cumitini si recherà nella casa circondariale di Piazza Lanza per consentire ai detenuti di poter sottoscrivere i 12 referendum radicali per i nuovi diritti umani e la giustizia giusta. I quesiti referendari riguardano la responsabilità civile dei magistrati, la separazione delle carriere, la custodia cautelare in carcere, l'abolizione dell'ergastolo, il rientro nelle funzioni proprie dei magistrati fuori ruolo, l'abrogazione del reato di clandestinità, la modifica delle leggi su immigrazione e droghe, il divorzio breve, l'otto per mille, l'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti. L'iniziativa si inserisce nella mobilitazione nazionale «per l'uscita dalla flagranza criminale dello Stato, per l'Amnistia e i Referendum», che vedrà nella giornata di ferragosto decine di militanti e dirigenti radicali - a partire da Marco Pannella, Emma Bonino e Rita Bernardini - all'interno degli istituti di pena di Roma Regina Coeli, Roma Rebibbia, Teramo Castrogno, Pescara, Firenze Sollicciano, Napoli Poggioreale, Padova Due Palazzi, Milano San Vittore, Palermo Ucciardone, Catania Piazza Lanza, Lecce, Potenza, Salerno Fuorni, Trieste e Tempio Pausania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati