Sgarbi: dalla Regione nulla di concreto sul Mandralisca di Cefalù

PALERMO. ''Per il museo Mandralisca di Cefalù il rischio chiusura è ancora concreto''. Lo dice il critico d'arte Vittorio Sgarbi, che un paio di settimane fa aveva lanciato l'allarme e che per lunedì pomeriggio ha indetto una conferenza stampa a Palermo. ''Dall'assessorato regionale ai Beni culturali della Regione siciliana arrivano impegni verbali, ma ancora nessun atto concreto'', aggiunge Sgarbi. Il museo che ospita ''Il ritratto dell'ignoto marinaio'', capolavoro rinascimentale di Antonello da Messina, quest'anno non ha ricevuto il contributo regionale di 142 mila euro e i 9 dipendenti non percepiscono lo stipendio da otto mesi.
Sulla vicenda l'assessore regionale ai Beni culturali, Mariarita Sgarlata, ha polemizzato con Sgarbi. ''Trovo assolutamente maleducato e improprio - dice il critico - il tono dell'assessore. La mia denuncia sul rischio di chiusura del Mandralisca non ha alcuna intenzione polemica. Mi è stata insistentemente richiesta proprio da quei dipendenti del museo che ne temevano l'annunciata chiusura. Il loro ringraziamento mi è sufficiente. Per questo ritengo opportuno far conoscere il testo degli sms ricevuti da numerosi dipendenti, il primo dei quali spedito da un funzionario: 'Abbiamo bisogno del tuo aiuto. Il Museo chiude per mancanza di fondi. Alcune opere saranno poste in vendita per pagare gli stipendi arretrati. L'Antonello finirà chiuso in un caveau'''.
''Il presidente della Regione Rosario Crocetta – aggiunge Sgarbi - mi ha chiamato il 3 agosto e abbiamo parlato di Antonello e del ritratto per quasi un'ora''.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati