Ars, Ardizzone: "Da gennaio nuove indennità per i deputati"

PALERMO. “Applicheremo il decreto Monti sul taglio alle indennità ai parlamentari regionali dal primo gennaio prossimo”. Lo ha detto Giovanni Ardizzone , presidente dell'assemblea regionale siciliana, in occasione della cerimonia del ventaglio incontrando la stampa, tracciando un bilancio dei primi dieci mesi di legislatura.
“Abbiamo anche contenuto i costi - ha aggiunto - pure per quanto riguarda il personale ma vi sono dei contratti di lavoro che ci vincolano, si e' inciso dove era possibile farlo”.
Ardizzone ha anche annunciato che “il parlamento siciliano si adeguerà per l'applicazione del dl anticorruzione e trasparenza. Per quanto mi riguarda - ha detto - non ho difficoltà a rendere noto l' elenco delle spese riservate della presidenza dell'Ars”.


“IL PARLAMENTO VARERÀ LE RIFORME”. “Non abbiamo bisogno del governo per fare le riforme – ha aggiunto Ardizzone -. In ogni conferenza dei capigruppo ho dato priorità ai ddl di iniziativa governativa ma ho sempre esortato le commissioni anche a procedere su ddl dei singoli deputati. Il fatto che non ci siano risorse disponibili oggi, però ci da maggiore possibilità di incidere sulle riforme strutturali. C'è una commissione speciale che sta lavorando sul tema per regolare i rapporti tra governo e parlamento, la stessa a cui ho dato temine fino al 15 ottobre per il recepimento del decreto Monti”.

“VIA LE AUTO DAVANTI PALAZZO NORMANNI”. “Abbiamo intenzione di far diventare Palazzo dei Normanni patrimonio dell' Unesco e per ottenere questo obiettivo dobbiamo liberare la piazza antistante l'Assemblea regionale dalle automobili. Naturalmente - ha aggiunto - l'accesso alla piazza verrà precluso anche alle auto blu e a quelle dei deputati”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati