Sicilia, Moda e Bellezza, Tempo libero

Li preferite in jeans o pelle? Quest’estate è tempo di shorts

E in Sicilia anche gli uomini scelgono, durante il periodo caldo, i pantaloni corti. Attenzione però: bisogna avere sempre il fisico adatto

Si possono fare in casa tagliuzzando un paio di vecchi jeans o si possono prendere in vera pelle di serpente, pagando il prezzo di una grande griffe ma l'effetto degli shorts è comunque lo stesso, fantastici su un fisico asciutto, disastrosi su un corpo imperfetto. Eppure, in queste giornate calde, sono tantissime le gambe quasi totalmente scoperte, sia nei luoghi di villeggiatura sia in città, con piccoli pezzetti di stoffa abbottonati in vita a coprire soprattutto giovanissime, a cui si perdona anche qualche strato di cellulite, alcune coraggiose over trenta, che li scelgono per mostrare che tanti mesi di palestra non sono stati vani e, sempre più spesso, uomini. Non solo bermuda, quindi, per il sesso forte ma anche pantaloncini ben lontani dal ginocchio. A provarne un modello di tessuto jeans nei camerini di Alcott, in via Ruggero Settimo a Palermo, c'è Giovanni Naimo, 21 anni, che spiega: «Sono appena tornato da una vacanza lavoro a Rimini, dove gli shorts erano diffusi anche tra i ragazzi. Ne sto comprando un paio per girare questa città così calda. Penso - aggiunge - che la moda non conosca barriere di genere, se un indumento è comodo e carino non ho pregiudizi ad indossarlo perché è «da femmina». E poi, me lo posso permettere perché mi tengo in forma tutto l'anno e non ho paura di farmi notare per la mia originalità, visto che voglio intraprendere la carriera di modello».
I colori preferiti dai ragazzi, come sottolineano nel punto vendita del Capoluogo della nuova griffe per giovani di origine napoletana, presente anche a Catania, sono quelli più accesi. In testa alle classifiche c'è il «Royal, un azzurro forte, il modello in cotone leggero ha, in vita, un cordino in stile marinaro, fantasia maculata e costa 15,99 euro. Il denim, invece, sia color jeans sia bianco, ha bottoni e cuciture in tinta fluo, per un prezzo che non raggiunge i 20 euro. «Gli shorts sono un best seller anche da noi», conferma Gianluca Sammartano, responsabile vendite per Palermo di Piazza Italia, franchising nazionale di moda casual e bambino, ancora una volta napoletano ma con punti vendita in Italia e all'estero. I modelli proposti sono il «Super skinny», in denim elasticizzato con bottone a borchia e impunture dorate, per un costo di 10,95 euro. In tessuto sportivo di maglina quelli della «Free time collection» in grigio, blu, rosso, bianco, nero e verde acqua dal costo di 6,95. La versione più elaborata è in cotone doppio, con drappi e cuciture modellanti sotto le tasche, cordino marinaro in tinta e bordatura interna in fantasia da mostrare, per chi preferisce tenerli aperti sopra il costume, e costa circa 13 euro. I colori sono il fucsia, il verde militare, corda e blu. Stesse tonalità naturali anche per gli ultra short con vestibilità più morbida, abbinati ad una cintura sottile di cuoio, con o senza borchie e fibbia d'ottone anticata dal costo massimo di 14,95. «Insieme ai "pinocchietti" e ai fuseaux - aggiunge Sammartano - costituiscono il grande ritorno nei gusti della clientela, su tutta la nostra rete anche quella siciliana, dove sono però ancora più le donne a chiederli, di tutte le età e con tutti i fisici».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati