Sicilia, Tempo libero

Condizionatori contro il caldo I siciliani scelgono il risparmio

Sempre di più gli apparecchi montati nelle abitazione per battere le alte temperature, senza dimenticare il «caro bolletta» dopo le ferie

Condizionatori d’aria. Un ottimo alleato per combattere le alte temperature estive. I siciliani non hanno dubbi. Si acquista guardando le promozioni ma si cercano prodotti di qualità. Quasi fuori dal mercato i condizionatori On-Off chiamati così perché la macchina si accende automaticamente quando la temperatura della stanza diventa più alta rispetto a quella programmata. Comportano infatti un dispendio di energia molto elevato e di conseguenza bollette molto salate.
Sono acquistati invece quelli Inverter che hanno un motore dalla potenza maggiore che permette quindi di raffreddare gli ambienti in tempi brevi con un risparmio energetico. Le classi di consumo più scelte, come tutti gli altri elettrodomestici di casa sono A, A+ e A++. «Quelli più richiesti in questa ultima stagione sono quelli da 9 mila o 12 mila btw. Non più potenti di così. Il primo riesce a rinfrescare un ambiente di circa 30 metri quadrati – afferma Roberto Buffa responsabile del punto vendita Pistone di via Ugo La Malfa all’interno della nuova Città Mercato – quelli più potenti di 12 mila btw vanno benissimo per le stanze grandi fino ai 40 metri quadri».
Il fattore economico, soprattutto in tempi di crisi, è da non sottovalutare. Gli esperti del settore consigliano sempre di non fidarsi sempre delle offerte ma di puntare piuttosto alle grandi marche come garanzia di durata del prodotto anche per tantissimi anni. «I prezzi vanno dai 400 euro in su per un buon articolo – afferma Christian Bonfiglio del punto vendita Grande Migliore di Lungomare Dante Alighieri a Trapani – la gente tende a comprare più condizionatori per la propria casa se trova buone offerte oppure sceglie di rinnovare quelli che già sono installati perché ormai vecchi».
Quando si acquistano i condizionatori d’aria raramente si presta attenzione al design dell’unità interna. Si punta sempre al tradizionale bianco lucido che comunque si sposa molto bene con l’arredamento in stile moderno. Negli scorsi anni però le grandi case produttrici di questi articoli avevano provato a fare del condizionatore un «pezzo» importante dell’arredamento delle case. I siciliani però sono stati scoraggiati dai prezzi più alti di questi articoli anche se molto belli a vedersi. «Qualche anno fa c’erano in commercio alcuni condizionatori a forma di cornice dove poi si sceglieva di mettere la tela o la stampa preferita – afferma l’architetto Mario Arcuri dello studio A+C di via Siracusa – erano molto carini a vedersi ma avevano un costo elevato. Adesso si punta sempre alle linee moderne, essenziali con un estetica quindi minimalista». Oltre ad essere funzionali, non guasta un occhio anche al rispetto dell’ambiente. Le ultime normative europee, nello specifico la Erp (Energy Related Product) entrata in vigore dal primo gennaio di quest’anno introduce criteri più rigorosi per le classi energetiche degli apparecchi di climatizzazione e per gli elettrodomestici in generale ma soprattutto ha sancito l’utilizzo di gas inquinanti per questi dispositivi. Quindi i gas impiegati nei modelli di nuova generazione non dovrebbero comportare alcun rischio per l’ambiente.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati