Palermo, sospeso contributo a testimone di giustizia

PALERMO. «Mi sono accorta casualmente che mi è stato sospeso l'accredito del contributo mensile per i testimoni di giustizia che vivono in località protetta. Ho chiamato il numero verde e ho scoperto che da questo mese era stato bloccato il contributo di mantenimento visto che mi trovavo nella località d'origine. Io sono a Palermo perchè mia figlia, che ha da poco sostenuto gli esami di maturità, è ricoverata». Lo dice la testimone di giustizia Valeria Grasso
che questa mattina è andata in Procura per incontrare l'aggiunto Vittorio Teresi e discutere di quanto accaduto. «Il mio temporaneo ritorno - spiega - era stato autorizzato regolarmente dalla Procura. Io non ho alcun interesse a stare più del dovuto in un posto dove io e i miei tre figli siamo in pericolo. Non so come una cosa del genere possa essere successa. È un contributo per la sopravvivenza. Anche il procuratore Vittorio Teresi era molto stupito. Speriamo che al più presto le istituzioni si occupino del mio caso». Valeria Grasso vive in una località protetta da quando ha denunciato i suoi estortori.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati