Sicilia, Politica

Sanità, il ministero promuove la Regione per il risanamento

PALERMO. «Dopo un esame durato oltre  quattro ore da parte del tavolo di verifica ministeriale Salute  ed Economia, che conta circa una ventina di componenti tra i  quali anche rappresentanti di altre regioni, dell'Aifa e  dell'Agenzia per i servizi sanitari regionali, i conti della  sanità e i livelli di assistenza in Sicilia hanno imboccato la  strada giusta. Lo affermano i tecnici dei ministeri definendo  'preciso, puntuale e consapevolè il percorso intrapreso dalla  Regione». Lo dice una nota dell'assessore regionale alla  Sanità Lucia Borsellino. «Il giudizio positivo - continua la nota - non riguarda  soltanto la messa in ordine dei conti analizzati al massimo  livello di dettaglio, avendo il tavolo certificato un avanzo di  gestione nell'anno 2012 di 3,8 milioni di euro determinatosi per  la prima volta nel bilancio sanitario regionale,  ma apprezzati  miglioramenti sono stati registrati anche sul fronte del  progressivo sviluppo delle diverse forme di assistenza  territoriale alternative al ricovero e dell'implementazione  delle reti di patologia e dei relativi percorsi diagnostico-  terapeutici per la continuità assistenziale  ospedale-territorio».   


Ulteriori impegni sono stati richiesti alla Regione  nell'ambito delle attività di prevenzione, di riordino della  rete ospedaliera e dell'emergenza-urgenza in linea con i nuovi  parametri nazionali, sulla rete dei servizi per la Salute  Mentale e le tossicodipendenze, sulla residenzialità e  le cure  palliative. Anche sull'integrazione socio -sanitaria è stata  richiesta l'esatta quantificazione degli oneri a carico dei  comuni-utenti per le prestazioni erogate dalle strutture  sociosanitarie ad integrazione della quota sanitaria. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati