Sicilia, Sport

Nuoto, Mondiali: Pellegrini vola nei 200 stile libero

L'azzurra, detentrice del record del mondo e campionessa in carica, va a caccia della finale della distanza più amata. Delusione Scozzoli

BARCELLONA. Federica Pellegrini torna a nuotare i  200 sl ed è subito semifinale. L'olimpionica del nuoto azzurro,  che doveva scendere in acqua solo per le staffette e i 200 dorso  alla fine ha deciso di gareggiare la distanza di cui detiene il  titolo iridato, ha chiuso le batterie dei mondiali di Barcellona  con il terzo tempo di 1'56«79, e nel pomeriggio è attesa dalla  semifinale. Avanza anche l'altra azzurra Alice Mizzau, con il  tredicesimo crono di 1'58»10. Per la Pellegrini è il secondo 200  stile della stagione dopo gli assoluti di Riccione. «Sono  sorpresa dal tempo - ha detto la campionessa ai microfoni di  Raisport - anche perchè in acqua le sensazioni non erano  buonissime. Ho cercato di minimizzare gli sforzi, ma per me è  una gara senza pressioni, non l'ho preparata: sto qui per  divertirmi. Doveva essere una sorpresa stamattina, ieri Philippe  (Lucas ndr) mi ha accennato ai 200 sl dicendo che stavo bene in  acqua, basta che li facevo per divertirmi. Mi pare abbia avuto  ragione».     Ma ora l'azzurra non vuole pressioni: «Non mi fate sentire  il macigno sulle spalle - sorride la Pellegrini - fare un 200 al  mondiale significa difendere il titolo vinto, ma non è il mio  caso. Non ho aspettative, vediamo passo dopo passo. gareggio per  me e per divertirmi». Chi invece bissa il flop è Fabio  Scozzoli: il ranista azzurro, a cui l'Italia affidava le  maggiorni speranze da podio, dopo il quinto posto nella finale  dei 100 è stato eliminato stamattina nella batteria dei 50, con  il 18/o tempo di 27«60 (secondo degli esclusi dalle  semifinali). 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati