Formazione, un paracadute per gli esuberi

A disposizione quasi 100 milioni di euro che garantiranno un’occupazione a partire al prossimo autunno. La prima mossa del presidente Rosario Crocetta e dell’assessore Nelli Scilabra mira a far entrare nell’orbita della Regione i circa 800 licenziati

Sicilia, Politica

PALERMO. La Regione salva tutti i lavoratori della formazione. Licenziati, personale in esubero, prossimi alla pensione: ci sarà un «paracadute» per ciascuno dei diecimila operatori del settore. A disposizione quasi 100 milioni di euro che garantiranno un’occupazione a partire al prossimo autunno.
La prima mossa del presidente Rosario Crocetta e dell’assessore Nelli Scilabra mira a far entrare nell’orbita della Regione i circa 800 licenziati che fanno parte di sigle storiche del settore, anche se per Giuseppe Raimondi della Uil «potrebbero essere già a quota mille». Ci sono i dipendenti dell’Anfe e del Cefop, circa 600 in tutto, ma anche i 200 di Ancol, Aram e Lumen.

UN SERVIZIO SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati