Sicilia, Mondo

Il Papa in Brasile: dialogo contro violenza e indifferenza

RIO DE JANEIRO. Nel penultimo giorno del  viaggio a Rio de Janeiro, papa Francesco parla di politica. La  'leadership' sappia scegliere per il «bene comune», il «senso  etico» dei dirigenti è la 'sfida storica senza precedenti«,  afferma durante una cerimonia nel Teatro municipale della città  gremita e con, in prima fila, dirigenti, autorità, artisti e  rappresentanti della società civile.  Chi agisce responsabilmente colloca la propria azione  davanti ai diritti degli altri e davanti al giudizio di Dio, sottolinea il Papa, che ancora una volta, parlando di tematiche  quali la politica, lo sviluppo e la poverta», sceglie di  picchiare duro.     


In un momento, tra l'altro, del tutto particolare per il  Brasile: il colosso dell'America Latina si trova infatti in una  nuova tappa storica, dopo le manifestazioni contro le  diseguaglianze sociali che a giugno hanno scosso in profondità  non solo Rio oppure San Paolo, ma l'intero paese.  «Tra l'indifferenza egoista e la protesta violenta c'è  un'opzione sempre possibile: il dialogo», prosegue il Papa  argentino, che definisce inoltre «fondamentale il contributo  delle grandi tradizioni religiose, che svolgono un fecondo ruolo  di lievito della vita sociale e di animazione della  democrazia».           


«Il futuro esige da noi una visione umanista dell'economia e  una politica che realizzi sempre più e meglio la partecipazione  della gente, eviti gli elitarismi e sradichi la povertà»,  sottolinea Jorge Bergoglio, che poi chiama in causa apertamente  «chi ha un ruolo di guida».  I dirigenti di un paese, la classe politica, devono in altre  parole «avere obiettivi molto concreti e ricercare i mezzi  specifici per raggiungerli», anche se possono esserci  «disillusione, amarezza e indifferenza» se le aspirazioni non  si avverano. Chiudendo il suo applauditissimo intervento al Teatro, il  Papa ricorda che «la fraternità e collaborazione tra gli uomini  per costruire una società più giusta non sono un'utopia». 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati