Muos, i comitati: "Ci sentiamo traditi"

NISCEMI. Il Comitato delle mamme “No Muos” è già sceso in piazza per manifestare il suo disappunto nei confronti della decisione di fare marcia indietro da parte del Presidente della Regione, Rosario Crocetta che ha deciso di revocare il provvedimento con il quale aveva bloccato i lavori per la realizzazione della stazione satellitare statunitense che gli americani stanno realizzando in contrada Ulmo a Niscemi. Le donne hanno convocato urgentemente una riunione per stabilire le nuove iniziative di lotta da intraprendere. “Ci sentiamo tradite”, ha detto il presidente del Comitato mamme “No Muos”, Concetta Gualato “dalla decisione del Presidente. Lui e l’assessore Mariella Lo Bello erano venuti a Niscemi sostenendo che avrebbero fermato i lavori del Muos, perché la salute viene prima di ogni cosa. Avevamo fiducia nelle istituzioni e invece questa mossa di Crocetta ci lascia senza parole. Una decisione che fra l’altro arriva alla vigilia della decisione del  Consiglio di giustizia amministrativa che doveva pronunciarsi proprio sul ricorso dello stesso Ministero”. Accanto a Concetta Gualato, a protestare contro il provvedimento del Presidente della regione, ci sono anche una ventina di donne. “Ci ha ingannato – dicono – il Governatore. Lo invitiamo a venire a Niscemi affinché sia lui stesso a comunicarci questa sua decisione”. A Niscemi la tensione è altissima. “Certamente – spiega la Gualato  - non ci fermeremo. La salute dei nostri figli ha la priorità su tutto”. Domani le mamme insceneranno un sit-in davanti la sede del Consiglio di Giustizia Amministrativa.  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati