Palermo, musica e cabaret a Villa Pantelleria per i piccoli pazienti del Civico

La serata del 24 luglio è organizzata dall’Associazione Siciliana Immunodeficienze Primitive SPIA onlus per raccogliere fondi per realizzare una biblioteca al reparto di Oncoematologia pediatrica dell’ospedale

PALERMO. Raccogliere fondi per realizzare una biblioteca per i piccoli pazienti dell’Oncoematologia pediatrica dell’ospedale Civico di Palermo. Questo lo scopo della serata di beneficenza “La notte delle Spie” organizzata dall’Associazione Siciliana Immunodeficienze Primitive SPIA onlus. Cabaret, musica e danza con degustazione di prodotti tipici saranno gli “ingredienti“ della manifestazione che si svolgerà domani sera alle 20.30 a Villa Pantelleria. A fare gli onori di casa Claudio Casisa che si alternerà sul palco con il cantante dei “Tinturia” Lello Analfino; Lino Costa; Jerusa Barros, Chiara Minaldi e Fabrizio Francofonte (ChiaraMente), Soundeep. Ed ancora allieteranno la serata di spettacolo con la loro verve i “Trio prio”, I Quattro gusti, Roberto Pizzo, Fabrizio Sansone, Fabio Raccuglia, Ammandrea Vitrano, Debora Busardò e Martha Mostacci (Scuola danza "Filider Balletto). I fondi raccolti saranno destinati alla realizzazione di una biblioteca nel parco “Spyacamp” che accoglierà i bambini affetti da malattie ematologiche gravi curati nel reparto di Oncoematologia pediatrica di dell’Ospedale Civico di Palermo. La Biblioteca conterrà libri, fumetti audiolibri, Dvd, musica, PC, tablet e “tutto quanto possa contribuire all’arricchimento culturale dei bambini – dice Patrizia D’Italia, presidente dell’Associazione Spia - e vorremmo che diventasse per loro un luogo di svago e socializzazione con gli altri piccoli pazienti, con i familiari ed il personale di riferimento”. La ”SPYACAMP” è uno spazio verde appositamente attrezzato per le esigenze e le necessità dei piccoli pazienti dell’Oncoematologia pediatrica del Civico dove potranno giocare, far sport, dipingere, imparare a recitare, partecipare ad attività strutturate senza dovere affrontare nessuna spesa e superando i limiti imposti dalla malattia, per iniziare una nuova grande avventura con i coetanei che condividono esperienze simili. Le immunodeficienze primitive sono malattie ematologiche rare, causate da difetti congeniti del sistema immunitario, che predispongono a infezioni severe e recidivanti, a volte fatali.
“L’associazione dei genitori S.P.I.A si pone come obiettivi principali – continua D’Italia - : la promozione della ricerca scientifica e la divulgazione delle informazioni nel campo delle immunodeficienze, nonché il miglioramento della qualità di vita dei pazienti. Negli ultimi anni la nostra associazione ha collaborato per la realizzazione di una casetta di accoglienza per i bambini che vivono fuori Palermo, ha sostenuto la ricerca scientifica sulle immunodeficienze attraverso l’erogazione di una borsa di studio ad un giovane medico ed al finanziamento di vari progetti di ricerca. L’Associazione ha inoltre contribuito a rendere il reparto di degenza dei piccoli pazienti sempre più a misura di bambino”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati