Windjet, udienza su concordato preventivo rinviata al 27 settembre

CATANIA. È stata rinviata al prossimo 27 settembre, a causa della mancanza di un documento, l'udienza della quarta sezione fallimentare del Tribunale di Catania sul concordato preventivo proposto dalla compagnia low cost Windjet, che ha proposto un rimborso del 5% a creditori e passeggeri. Il rinvio è stato chiesto dal commissario giudiziale Mario Libertini perchè non gli è stato possibile presentare la relazione finale sullo stato economico della procedura a causa del mancato deposito della perizia di stima di alcuni pezzi di ricambio, il cui valore sarebbe di tre milioni di euro, che si trovano depositati in Francia. Sulla vicenda è intervenuta la Confconsumatori, sottolineando che il ritardo «gioca a favore dei passeggeri», i quali «con questo rinvio avranno più tempo per esprimere il loro voto contrario alla proposta di concordato». L'associazione rileva infatti che «ci sarà tempo fino al prossimo 27 settembre e comunque anche nei successivi 20 giorni» ed invita «chi fino ad oggi non ha espresso voto contrario a farlo al più presto e comunque entro le predette nuove scadenze». «Nel corso dell'udienza - aggiunge la Confconsumatori - è stato chiarito che gli importi che la compagnia ha indicato come credito dei passeggeri sono relativi al solo costo di acquisto dei biglietti e/o dei carnet, senza nessun inserimento degli importi relativi alla compensazione pecuniaria, che spetta in casi di cancellazione del volo al passeggero. Ciò conferma ulteriormente l'incongruità della proposta». «Wind jet - ha affermato il responsabile nazionale del settore Turismo e Trasporti di Confconsumatori Carmelo Calì - ci aveva abituato ai ritardi, ma in questo caso il ritardo gioca a favore di passeggeri e del voto contrario, per i quali ci sarà più tempo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati