Sicilia, Politica

Truffe nella Formazione, la Regione revoca i fondi agli enti coinvolti

PALERMO. A poche ore dalla notizia degli arresti di Messina la giunta Crocetta ha bloccato i finanziamenti ai tre enti coinvolti nell’inchiesta. Il provvedimento dell’assessore alla Formazione Nelli Scilabra è formalmente la revoca dell’accreditamento, cioè della patente che dà diritto a gestire i corsi incassando i finanziamenti pubblici.
Il procedimento di revoca era in realtà in fase avanzata per l’Ancol mentre scatta ora per Aram e Lumen. Nel testo l’assessore scrive che la stessa sanzione verrà estesa «a tutti gli altri enti che dovessero essere coinvolti nei medesimi fatti aventi rilevanza penale o amministrativa». È il segnale che conferma il timore che l’inchiesta possa allargarsi. «La formazione è stata in Sicilia - ha aggiunto Crocetta - un regno di cose che non vanno. Una spartizione da parte del sistema di potere che va oltre il caso di Messina».


LUPO: “SOSPESI GLI ISCRITTI AL PD”. “Ho chiesto alle commissioni provinciale e regionale di garanzia del Pd di procedere alla sospensione di Concetta Cannavò, Graziella Feliciotto, Nicola Bartolone, Elio Sauta e Chiara Schirò da incarichi di organismi e dall’anagrafe degli iscritti del partito”. Lo ha detto il segretario regionale del Pd, Giuseppe Lupo, commentando la notizia degli arresti a Messinanell'ambito dell'inchiesta della Procura sui corsi di formazione professionale della Regione.“Nel ribadire la fiducia nella magistratura e auspicando che possa fare piena luce quanto prima, mi auguro -conclude Lupo- che gli interessati possano al più presto dimostrare la loro estraneità ai fatti che gli vengono contestati”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati