Niscemi, licenziate da casa di cura: due donne sul tetto per protesta

NISCEMI. Due quarantenni di Niscemi, Giuseppa Valenti e Valeria Di Giovanni, dopo essere state licenziate dalla casa di cura per anziani «Giugno», dove prestavano servizio, sono salite - in segno di protesta - sul tetto della struttura. Le donne, intendono proseguire la protesta ad oltranza perchè temono per il loro futuro, dopo la decisione assunta dal Cda di procedere alla privatizzazione della struttura per poter ripianare i debiti accumulati negli anni. Lettere di licenziamento sono state trasmesse anche agli altri 21 operatori addetti ai servizi di assistenza agli anziani. I lavoratori auspicano di poter essere assorbiti da chi subentrerà nella gestione della casa di ospitalità.
L'area è presidiata dagli agenti del commissariato di Niscemi. Intanto si preannuncia, nei prossimi giorni, un trasferimento anche per i 26 pazienti attualmente ospiti della
casa di cura.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati