Palermo, piano particolareggiato di via Trabuco: è polemica

PALERMO. «La Fondazione Salvare Palermo condanna con fermezza la politica schizofrenica adottata dal consiglio comunale che, eludendo le richieste di approfondimenti delle intricate questioni connesse, ha deliberato in assenza di dibattito a favore del Piano particolareggiato di via Trabucco». Queste le parole dell’architetto Rosanna Pirajno, presidente della Fondazione, a commento del sì del Consiglio comunale che nei giorni scorsi ha approvato il già discusso e controverso Piano particolareggiato di via Trabucco.


«Il Piano – spiega Rosanna Pirajno –, prevedendo l’ulteriore edificazione di edifici commerciali di cui la città è già satura e che l’hanno depauperata di molti esercizi e attività storiche, disattende le stesse direttive del Prg in elaborazione, che promettono di frenare il consumo di suolo di aree agricole ed ex agricole per ‘metterle a sistema’. Pari condanna merita l’ulteriore consumo di suolo deliberato per l’area dell’ex Riserva reale di Boccadifalco, interessata dalla costruzione della sede della Protezione civile per la quale si proponeva altro sito».


© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati