Sicilia, Cronaca

La denuncia di Crocetta, Pizzuto: mai organizzato viaggi in Canada

PALERMO. «Sono basito, non sono mai stato in Canada nella mia vita, nè tanto meno dal 17 al 20 settembre. Ero in ufficio, lo dimostra il badge». Così l'ex vice capo di gabinetto dell'assessorato regionale al Territorio e attuale presidente dell'ente Parco delle Madonie, Angelo Pizzuto, commenta l'esposto alla Procura di Palermo, presentato dal governatore siciliano Rosario Crocetta. «La Camera di Commercio del Canada - prosegue Pizzuto - aveva presentato un progetto all'assessore Sparma, approvato dall'assessore, di circa 50 mila euro, anche se l'importo esatto non lo conosco perchè non me ne sono occupato, che riguardava
la promozione territoriale di prodotti agroalimentari e prevedeva un viaggio in Canada attraverso percorsi, creati dalla Camera di Commercio per promuovere prodotti locali siciliani, tra cui quelli di alcuni produttori madoniti».


«La Camera di Commercio di Montreal mi ha contattato - ha aggiunto - per riscuotere le somme e io ho detto che avrei verificato. Ho scritto alla Ragioneria, ma il mio interessamento, così come avviene in generale, è stato propedeutico a capire come risolvere il problema vista la carica di vice gabinetto vicario. Ho consigliato loro di parlare con la Ragioneria e, poi, anche con lo staff del nuovo assessore, a novembre del 2012». Poi Pizzuto alla domanda se intende rassegnare le dimissioni da Presidente dell'ente Parco delle Madonie risponde: «Vorrei approfondire la cosa». «Non mi è ancora arrivata alcuna richiesta ufficiale e non capisco perchè dovrei dimettermi - aggiunge -. Quello attuale è un incarico fiduciario, governativo anche se affidato precedentemente». «Se il presidente non apprezza il mio operato perchè il parco cade a pezzi... ma se la richiesta avviene a seguito di un'accusa per un viaggio che non ho mai fatto...», conclude.


In serata Pizzuto è tornato sull'argomento, minacciando querele per tutti: "Con riferimento alla vicenda che  mi riguarda comunico che domani mattina mi recherò con il mio  legale Roberto Tricoli presso la Procura di Palermo per  presentare formale querela per diffamazione nei confronti di  coloro i quali hanno indotto in errore il presidente Crocetta a  riferire all'autorità giudiziaria notizie false circa un mio  asserito viaggio in Canada a spese del contribuente, così come  riportato in punto di fatto dagli organi di stampa che  allegherò alla querela».   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati