Attrezzi da tutto il mondo per un gusto «straniero»

PALERMO. La cucina diventa sempre più internazionale. Anche grazie alla televisione si viene a contatto con nuove culture da cui si cerca sempre di prendere le tecniche ed i piatti più buoni e salutari. Forse per questo motivo cresce sempre di più la richiesta e la vendita di pentole e stampini di origine straniera per la creazione di piatti esotici anche a casa. La regina delle pentole è di certo la Wok che viene direttamente dai paesi orientali. Il suo prezzo va dai 18 ai 26 euro. «La gente la compra non solo per preparare piatti orientali – dice Emma Messina – ma soprattutto per cucinare cibi italiani senza l’aggiunta di grassi. Quindi ci sono vantaggi per tutti».

«Vendiamo tantissimo anche gli stampini per la cucina di pancakes o torte particolari che vengono dall’America. – Spiega invece Corrado Bellavia – per lo più sono teglie da forno o stampini di silicono per fare i muffins. I prezzi sono accessibili per tutti. Addirittura esistono set di teglie con gli stampini così che si ha tutto l’occorrente per preparare i dolci. Vanno di moda anche le forme di bambu’, sempre provenienti dalla cultura orientale. Posizionandoli infatti su una pentola di acqua calda anche a più strati si può cucinare a vapore. Ottenendo così del cibo sano senza l’aggiunta di grassi sia animali che vegetali. Senza tralasciare la classica padella piatta per le crepes. Le crespelle sia salate che dolce che si possono condire come si vuole, dalla nutella alla besciamella. Comprarle al bar o in pasticceria diventa sempre più costoso. SA.RA.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati