«Già pronto un contributo per aggiornare gli impianti»

«E' stato avviato dalla Confcommercio un protocollo con la Prefettura di Palermo. Quest'ultima ha coinvolto per la fase pratica le sale operative di polizia e carabinieri». Lo spiega Rosanna Montalto, vicepresidente di Cofcommercio con delega alla legalità. «Per incentivare l'istallazione di nuovi sistemi di video sorveglianza, la Confcommercio si è impegnata a individuare delle ditte che potevano distribuire questi nuovi sistemi di video sorveglianza e sono attualmente due, la Sikelia e l'Orange. Sono state inoltre diffuse tra gli iscritti informazioni per andare a sostituire i vecchi impianti. Il contributo economico che può essere fornito dalla Camera di Commercio di Palermo a coloro che sostituiscono o adattano i loro sistemi di videosorveglianza arriva fino a un massimo di mille euro. Coloro che devono installare un nuovo impianto di videosorveglianza da zero, invece, possono attingere al fondo messo a disposizione dalla Regione siciliana che arriva fino a un massimo di 2 mila euro. Di fatto rispetto ai vecchi sistemi di videosorveglianza è stata migliorata la qualità delle immagini e la possibilità di vederle a colori. Grazie a questo impianto chi subisce una rapina non deve più andare in Questura a riconoscere fisicamente il delinquente, perché le immagini vengono direttamente acquisite nelle sale operative di polizia e carabinieri».


S. I.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati