Crocetta incontra il ministro degli Esteri tunisino

PALERMO. In un lungo colloquio, durato oltre un'ora, il presidente della Regione Rosario Crocetta e il ministro degli Esteri tunisino Othman Jarandi, hanno discusso a Tunisi la possibilità di collaborazioni ampie tra il paese nordafricano e la Sicilia. In particolare si è parlato di scambi economici, culturali, commerciali e turistici, più facili grazie al potenziamento delle linee di trasporto che collegano la Tunisia alla Sicilia. Crocetta ha sottolineato la profondità delle radici dell'amicizia tra mondo arabo e Sicilia, una regione aperta la dialogo  e all'integrazione. «La Sicilia - ha detto il governatore - vuole essere la porta dell'Europa ma anche del Mediterraneo». Il ministro Othman Jarandi ha detto che «le trasformazioni democratiche in atto in Tunisia consentono di avere un paese moderno e aperto all'Europa e che Italia e Sicilia sono tra i paesi principali a cui guarda la nuova politica. La Sicilia occupa un ruolo importante nell'import-export, e rappresenta il 10% delle attività di scambio commerciale, è infatti la seconda regione di Italia dopo la Lombardia. Le nuove linee aeree di comunicazione potranno consentire di intensificare contatti tra i due paesi con reciproci vantaggi dal punto di vista economico e turistico. In giornata è previsto ancora un incontro con il responsabile della Camera di Commercio italo tunisina per valutare ipotesi di accordo la Regione e la Tunisia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati