Sicilia, Sport

Confederations, Pirlo: meglio non poteva andare

L’Italia parte con una vittoria in Brasile. Battuto il Messico per 2-1

RIO DE JANEIRO. L’Italia batte il Messico per 2-1 e parte bene l’avventura in Confedertions Cup. Uno dei protagonisti assoluti della vittoria italiana contro il Messico, Andrea Pirlo ha anche festeggiato le 100 presenze con la maglia della nazionale. "E' stato importante aver giocato la centesima gara in uno stadio mitico come il Maracanà - ha detto l'azzurro -. Ho anche fatto gol, quindi meglio di così non poteva andare". Il Messico ha fatto paura? "Sapevamo che era una buona squadra, per questo l'abbiamo studiata nel minimo dettaglio, ma alla fine abbiamo meritato la vittoria", ha risposto Pirlo. Un'ingenuità il giallo di Balotelli? "Gli avevamo detto di stare calmo, perché è normale ricevere tanti falli in un gioco come questo, ma alla fine si è comportato bene", è la tesi del bianconero.    
Sorride della reazione di “SuperMario” anche Gianluigi Buffon. "Per chi esulta e si toglie la maglia alla fine si prova, come dire, anche 'pena'. Ma se alla fine fa gol, va bene lo stesso, anche se riceve il giallo". A chi gli fa osservare che Balotelli ha raggiunto Totti per numero di gol in maglia azzurra, il portiere risponde che "Mario è un grande attaccante ed ha dietro una squadra che lo sostiene". "Certo - ha continuato - se riesce a fare tanti gol in un'età così giovane vuol dire che ha doti importanti". Quella italiana per Buffon è stata una "bella vittoria per come è arrivata, in maniera convincente". "Sarebbe stato un peccato pareggiare questa gara - ha aggiunto l'estremo difensore - ma alla fine il calcio se meriti ti premia". Risultato meritato anche per Daniele De Rossi: "E' una prerogativa di questa squadra da un po' di anni - ha sottolineato il giallorosso - anche se non ha ottenuto ancora risultati importanti, secondo me non ha mai deluso". "Abbiamo giocato qualche partita sotto tono, specialmente le amichevoli - ha proseguito De Rossi -. Noi diciamo sempre di non snobbarle, ma alla fine un pizzico di attenzione può venire a mancare". In ogni caso, secondo il centrocampista della Roma l'Italia "poteva anche non vincere, perché la partita si era messa in maniera difficile. La vittoria ora ci porta a pensare alle qualificazioni in maniera positiva". Preoccupato per le condizioni fisiche della squadra? "Fisicamente stiamo abbastanza bene - ha risposto De Rossi. A parte il mio caso, che vivo da mesi con un problema importante alla caviglia", ha rivelato. "Per fortuna, oggi, grazie al lavoro dello staff medico sono riuscito a giocare senza problemi", ha concluso.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati