Palermo, tentata estorsione: una condanna

PALERMO. Il gup di Palermo ha condannato a quattro anni e due mesi Gaspare Messina per due tentativi di estorsione a un avvocato palermitano e a un commercialista.
Messina, secondo l'accusa rappresentata dal pm Gianluca De Leo, avrebbe fatto irruzione nei due studi professionali e chiesto dei soldi per le famiglie dei carcerati, dicendo di essere "della via Montalbo". Le vittime lo hanno subito denunciato. Le sue richieste sono iniziate a giugno dello scorso anno e poi proseguite a luglio. "Devo raccogliere i soldi per le famiglie dei miei amici carcerati, sto facendo una raccolta per loro",  avrebbe detto ai due professionisti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati