Colpi nelle banche del nord Italia, sgominata banda palermitana

PALERMO. Smantellato dalle Squadre Mobili delle Questure di Verbania e Palermo un'organizzazione di rapinatori palermitani che prendevano di mira banche nel nord Italia. Sono stati disposti gli arresti per Carlo Cardella, originario della Zisa e già detenuto presso il carcere
"Pagliarelli" per altri motivi; Davide Lo Iacono (già ai domiciliari) e Alessandro Mazzé, entrambi della zona Oreto del capoluogo siciliano, Benedetto Messina e Ignazio Gambino (dell'Arenella, detenuto in carcere a La Spezia, per altri motivi).

Il gruppo è ritenuto responsabile di due rapine nel Verbano, alla filiale di Piedimulera della "Banca Popolare di Novara" per un valore valore di  50.000,00 euro, il 24 febbraio 2012, ed alla filiale di Pieve Vergonte di "Veneto Banca" per un bottino di 170.000,00 euro, il 30 marzo 2012.

Praticamente identiche le modalità dei due assalti: a far da apripista erano gli unici due incensurati del gruppo che agivano a volto scoperto. Il gruppo è stato inchiodato dalle immagini delle telecamere a circuito chiuso delle banche rapinate e dalle meticolosissime analisi dei tabulati telefonici degli apparecchi cellulari in uso ai componenti della banda. Prima, durante e dopo la commissione delle rapine, è emerso che i telefoni non avessero effettuato o ricevuto chiamate. Lo studio delle celle telefoniche "agganciate" dai telefonini dei complici ha poi consentito di ricostruire viaggi, tragitti e direzioni intraprese dai malviventi partiti da Palermo e, quasi certamente, coadiuvati da importanti basisti in zona.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati