Sicilia, Cronaca

Scoperta nuova alga invasiva nel Canale di Sicilia

ROMA. Una nuova alga invasiva australiana, la Caulerpa disticophylla, è stata scoperta nel Canale di Sicilia, lungo le coste meridionali della Regione. L'individuazione è avvenuta anche grazie al Centro di educazione ambientale (Cea) Legambiente di Donnalucata, che ha fatto parte del team internazionale che ha condotto una complessa serie di analisi genetiche e morfologiche per l'identificazione dell'organismo vegetale. Lo studio - dal titolo Identity and origin of a slender Caulerpa taxifolia strain introduced into the Mediterranean sea - pubblicato nella rivista internazionale Botanica Marina, conferma «ancora una volta i cambiamenti biologici in corso nel nostro mare e quanto rischiose siano le attività di traffico navale, di cui il Mediterraneo è ricco. L'effetto di questa nuova introduzione sull'ecologia degli ambienti del Canale di Sicilia è ancora ignoto, ed è l'oggetto di un'ulteriore ricerca finanziata dall'Assessorato alla Pesca della Regione Siciliana e commissionato ad Arpa Sicilia, Ispra e Cnr». «Abbiamo riscontrato quest'alga aliena, per la prima volta in Sicilia, nell'ambito delle attività del CEA - precisa Antonino Duchi, presidente del Circolo Legambiente Il Carrubo di Ragusa e coordinatore del CEA - e coinvolto immediatamente la Stazione Zoologica. Da qui è partito il progetto di ricerca e il percorso d'indagine internazionale». Per Davide Campo, biologo del CEA Legambiente di Donnalucata, «le indagini hanno evidenziato come l'alga sia diversa dalla Caulerpa taxifolia già segnalata in altre aree mediterranee e corrisponda invece alla Caulerpa disticophylla australiana, probabilmente arrivata tramite le acque di sentina delle navi, come indica anche il suo riscontro in un'area della Turchia dove è presente un intenso traffico di petroliere».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati