Arredi per giardini e terrazze Un’estate dal sapore vintage

Nelle vetrine tavolini e sedie in versione anni ’50 e ’60. Ma ci sono alternative anche per gli amanti dello stile moderno e dei materiali innovativi

Con l’arrivo della bella stagione cresce la voglia di stare all’aria aperta. Perché non cominciare dagli spazi esterni di casa? Chi ha la fortuna di averli pensa a come renderli più confortevoli e soprattutto su misura di ogni componente della famiglia. I siciliani si dividono in materia di arredamento outdoor. C’è chi ama la tradizione e quindi non rinuncia al legno e a mobili dalle linee classiche. Ma c’è anche chi preferisce lo stile moderno e i materiali innovativi, sempre più resistenti agli agenti atmosferici. Molte aziende di arredamenti per esterni propongono quest’anno lo stile vintage. Tavolini e sedie sembrano provenire da case degli anni ’50 e ’60. Gli ambienti diventano così più alternativi e interessanti.
Novità anche nel mondo dei colori dei mobili per esterni. Alle tonalità scure si aggiungono i luminosissimi color pastello con le varie gradazioni di lilla, verde e rosso. «Nei nostri clienti noto un’attenzione crescente ai mobili per esterno realizzati in materiali in grado di garantire una maggiore durata nel tempo e una minore necessità di manutenzione – afferma Tiziana Milano della Delta Infissi di Termini Imerese –. Per questo la maggior parte dei mobili viene realizzata in rattan sintetico, preferibilmente in wicker “spazzolato”, particolare questo che dà al mobile un aspetto più naturale, riducendo nettamente l’impressione che si tratti di un prodotto sintetico». Anche con questo materiale di impiego spazio alla fantasia con i colori. I prezzi base partono dai 600 euro, per prodotti che però promettono di conservarsi intatti per parecchie stagioni. In questo periodo predominano i toni chiari quindi il bianco, l’avana, il cenere e il tortora. Anche alcuni mobili dalle linee classiche cambiano aspetto. Invece di essere «avvolte» dal bambù o dal vivimi vengono avvolte nel rattan sintetico che le rende più sicure e bisognose di minori manutenzioni. Il materiale intramontabile è però sempre il legno che promette anche prezzi minori. «Il legno dà un senso di stabilità – afferma Elisabetta Pellegrini responsabile di categoria Arredo esterno e giardinaggio di Coop Italia – sono molto richiesti i salottini soprattutto se occupano poco spazio».
Cresce infatti il numero di soluzioni per chi all’esterno ha a disposizione pochissimo spazio e che vuole quindi utilizzarlo al meglio. Tavoli e sedie diventano quindi pieghevoli o addirittura possono essere anche attaccati. Queste soluzioni spesso sono economiche. «Con diciotto euro – continua Elisabetta Pellegrini- si può acquistare una buona sedia pieghevole che occupa pochissimo spazio mentre dei piccoli tavoli possono arrivare a costare anche 50 euro». Gli esperti del settore però avvertono: occhio ai prezzi e ai materiali impiegati. È sempre meglio controllare la stabilità dei mobili che si acquista. Molta attenzione se si compra tavoli e sedie in plastica. Sono molto economici ma se si impiega plastica riciclata si rischia di perdere in stabilità. In ogni caso, non resta che recarsi nel proprio negozio di fiducia per avere più garanzie.
Per chi invece volesse spendere pochissimi euro per l’arredamento per il giardino sono tantissimi i siti internet che propongono idee per il riciclo creativo. Su www.architetturaecosostenibile.it sono state pubblicate tante foto di arredamenti da esterno creati con le pedane del supermercato. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati