Regione sprecona: bollette milionarie

Un dossier degli uffici rivela: correggendo le cattive abitudini si risparmiano subito 20 milioni. Stop a luci, computer e condizionatori sempre accesi: l’energia elettrica costa ogni anno 200 milioni di euro

Sicilia, Politica

PALERMO. La Regione spende ogni anno 200 milioni in energia elettrica e per correre ai ripari invia a ogni dipendente un vademecum in cui, tra l’altro, suggerisce di limitare l’uso dell’ascensore e dei condizionatori. È un’analisi spietata di sprechi e cattive abitudini, quella che l’ufficio dell’Energy Manager ha messo per iscritto in un dossier di una decina di pagine. L’ufficio speciale guidato da Salvo Cocina ha studiato i consumi in tutte le strutture che gravitano sul bilancio regionale - assessorati, Asi, Asp, ospedali, Opere pie, Iacp, enti parco, Eas, Esa e così via - scoprendo che a utilizzare energia sono circa 80 mila dipendenti pubblici. E che solo per le strutture del mondo sanitario si spendono ogni anno 100 milioni.
SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA LA VERSIONE COMPLETA DELL’ARTICOLO E I PUNTI PRINCIPALI DEL MANUALE PER IL RISPARMIO ENERGETICO

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati