Sicilia, Archivio

Comune di Mussomeli, chiesto il conto dopo 12 anni a un imprenditore

Si tratta di quasi 100 mila euro

MUSSOMELI. Il Comune a caccia di soldi batte cassa da un privato a cui adesso chiede il conto, a culmine di un contenzioso la cui origine affonda a ben 12 anni fa. L’amministrazione comunale ha infatti intimato all’imprenditore mussomelese G.N. la restituzione di una somma per compensazione pari a 96.624,90 euro comprensiva di interessi maturati negli anni. Il contenzioso risale al 2001, quando per una questione di espropri la Corte di Appello aveva ordinato al Comune di Mussomeli di saldare il conto con l'imprenditore, per un importo di 158 mila euro. Ma la sentenza nel 2006 venne ribaltata dalla Corte Suprema di Cassazione alla quale nel frattempo il Comune aveva fatto ricorso, disponendo quest’ultima la rettifica da parte della Corte di Appello di Caltanissetta. Per effetto della compensazione avvenuta nel frattempo, tenuto conto dei soldi legittimamente vantati sottratti alla cifra da riconsegnare, il credito nei confronti dell'imprenditore è stato determinato in 94.851,31 euro. Nonostante l'accordo e i continui solleciti di pagamento avanzati dall'ente, il contenzioso negli anni si è protratto sino ad oggi. Il mancato adempimento nei confronti dell’Amministrazione creditrice si è tradotto nell’obbligo giuridico per quest’ultima di recuperare coattivamente le somme per non incorrere in responsabilità di tipo contabile ed amministrativo. Ed è per tale motivo che la giunta comunale ha ritenuto necessario procedere al recupero della somma con l’iscrizione al ruolo dell'imprenditore per un importo pari di 96.624,90;: cifra maturata per l'aggiunta di interessi conteggiati dal primo luglio dell'anno passato quale somma a credito del Comune tenendo conto della compensazione operata nel 2012.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati