Giro di Sicilia, anche equipaggi stranieri alla corsa

Arriveranno auto da Regno Unito al lontano Giappone e paesi oltreoceano tra cui Canada e Argentina. Il percorso seguirà quello della storica Targa Florio

Sicilia, Sport

PALERMO. Anche quest'anno il Giro di Sicilia di auto d'epoca, dal 6 al 9 giugno, assume un carattere internazionale grazie alla partecipazione di equipaggi in rappresentanza di diverse parti del mondo, da paesi più vicini come il Regno Unito al lontano Giappone e paesi oltreoceano tra cui Canada e Argentina. Tra le vetture al via, ci saranno esemplari provenienti dall'Inghilterra d'incomparabile valore storico come De Dion Tricycle del 1900, Straker Squire del 1910, Mercedes GP del 1913, Peugeot GP del 1913, Nazzaro Tipo3 Corsa del 1913 e Fiat del 1906, con cui Felice Nazzaro, pioniere dell'automobilismo italiano, vinse rispettivamente la Coppa Florio nel 1913 e la Targa Florio nel 1907. Tra le iscritte, figurano Maserati A6 GCS del 1954, Jaguar SS 100 del 1938, XK 120 OTS del 1952, E-Type del 1969, MG TB del 1939, Porsche 356A, Speedster, Austin Healey del 1955 e Mercedes Benz 300 SL «Ali di gabbiano» del 1957. La 23/sima edizione del giro partirà il 6 giugno dal Museo storico dei motori e dei meccanismi di Palermo per il percorso itinerante di oltre mille chilometri. L'arrivo è previsto l'8 giugno a Santa Flavia. Domenica 9 Giugno si svolgerà la 33/sima edizione della «Sicilia dei Florio» con partenza dalle tribune di Cerda, a Floriopoli, snodandosi lungo il famoso circuito delle Madonie, dove si svolse la storica Targa Florio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati