Formazione, tribunale annulla 15 licenziamenti al Cefop

Due dirigenti e 13 dipendenti hanno eccepito l'infondatezza e l'illegittimità del provvedimento di licenziamento dichiarando viziate le procedure dato che non erano stati rispettati i criteri di scelta pattuiti con le organizzazioni sindacali

Sicilia, Cronaca

PALERMO. Il Tribunale del Lavoro di Termini Imerese ha accolto il ricorso proposto da 15 lavoratori contro il Cefop ottenendo l'annullamento del licenziamento adottato dall'ente, con reintegrazione nel posto di lavoro e condanna al risarcimento dei danni subiti.
Il Cefop di Palermo, in amministrazione straordinaria, aveva avviato il 31 dicembre dello scorso anno le procedure per il licenziamento collettivo di 350 dipendenti. Due dirigenti e 13 dipendenti, assistiti dagli avvocati Giuseppe Ribaudo e Francesco Carità, hanno eccepito l'infondatezza e l'illegittimità del provvedimento di licenziamento dichiarando viziate le procedure dato che non erano stati rispettati i criteri di scelta pattuiti con le organizzazioni sindacali.
Conseguentemente i giudici hanno ritenuto che i commissari liquidatori del Cefop hanno operato i licenziamenti in modo del tutto arbitrario, non tenendo conto delle esigenze tecnico produttive, dell'anzianità di servizio e del carico familiare.
Il Tribunale di Termini Imerese, presieduto da Roberto Rezzonico quindi, con ordinanza del 17 maggio 2013 ha accolto le difese dei dipendenti ed ha annullato i licenziamenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati