Il Papa ai vescovi siciliani: mafia, Puglisi è l’esempio

A pochi giorni dalla beatificazione del parroco di Brancaccio, il Pontefice ha ricevuto i prelati guidati dal cardinale Romeo: affermate i valori cristiani pure contro la criminalità organizzata. No ai funerali in chiesa per i boss

Sicilia, Cronaca

PALERMO. Il sorriso di padre Pino Puglisi lo ha visto soltanto ritratto in alcune immagini. L'impegno pastorale del parroco di Brancaccio lo ha conosciuto attraverso le parole dell'Arcivescovo di Palermo, Paolo Romeo. Eppure Papa Francesco è rimasto affascinato dalla strada tracciata da quell'uomo che si è scontrato con la mafia per affermare il messaggio di Cristo. Tanto da indicarlo ai vescovi di Sicilia come un «esempio da seguire nell'affermare i valori umani e cristiani contro chi li calpesta con la criminalità». Parole che ha pronunciato ieri in Vaticano durante la visita «Ad limina apostolorum», un incontro che si ripete ogni cinque anni, nel corso del quale i vescovi illustrano al Pontefice le difficoltà dal punto di vista sociale e pastorale e come interviene la Chiesa su questi problemi. Il Papa, che sabato non sarà a Palermo ha condiviso il no ai funerali in chiesa per i mafiosi perché «non accettando il messaggio evangelico si pongono direttamente fuori dalla Chiesa».

SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA L'ARTICOLO COMPLETO DI FILIPPO PASSANTINO.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati