Nasce a Catania un nuovo polo logistico ferroviario

CATANIA. Dieci milioni di euro per una struttura al coperto che si estende per 20mila mq, pensata per ridurre le attese nel terminal pubblico, dimezzare i tempi scaricando fino a due treni al giorno per un numero complessivo di 2 mila pedane. Innovazione, ottimizzazione e potenziamento sono le parole chiave del nuovo polo logistico ferroviario inaugurato questa mattina nella Zona Industriale di Catania da DN logistica, azienda presente sul mercato dei trasporti e logistica da quasi sessant'anni, che ha creato un nuovo terminal, funzionale alle esigenze del mercato e in linea con i principi di legalità, fiscalità ed efficienza aziendale, che favorirà le operazioni di movimentazione e stoccaggio di merci provenienti da multinazionali e grosse aziende che alimentano il circuito della Gdo. «Si tratta di costi - ha detto l'amministratore unico Luigi Nicosia - a cui attribuiamo il valore di investimento per effetto di un grande senso di appartenenza alla città. È uno sforzo economico e imprenditoriale che testimonia la nostra volontà di far parte di un circuito sano e competitivo, basato sui principi di un'azienda valida e in costante crescita». All'inaugurazione hanno preso parte l'Arcivescovo Monsignor Salvatore Gristina, il sindaco Raffaele Stancanelli e il vice presidente dell'Ars. Il nuovo terminal consentirà turni di lavoro flessibili, organizzati in base alle esigenze della committenza e in qualsiasi condizione meteo. Intervenendo ad una tavola rotonda organizzata per l'occasione il presidente di Confindustria Catania Domenico Bonaccorsi di Reburdone ha parlato di «coraggio imprenditoriale di chi ha scommesso sulle proprie potenzialità a favore del territorio in cui opera e a vantaggio dell'intera economia».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati