Pulvirenti vicino ai rosa: "Mi spiace il Palermo in B"

Il presidente del Catania motiva il suo dispiacere: «Non rido perchè per noi il derby è una gara troppo importante e poi, al di là della rivalità sportiva, la Sicilia perde una squadra di serie A ed è sicuramente una cosa non positiva»

CATANIA. Non ride affatto per le disgrazie dei rivali, anzi se ne dice dispiaciuto, il presidente del Catania Antonino Pulvirenti. «Non rido perchè per noi il derby è una gara troppo importante e poi, al di là della rivalità sportiva, la Sicilia perde una squadra di serie A ed è sicuramente una cosa non positiva». «Spero e mi auguro - aggiunge Pulvirenti - che il Palermo torni in A quanto prima». Ovviamente Pulvirenti non può non dirsi soddisfatto per il campionato del suo Catania che ha sfiorato l'Europa e ha fatto il record storico dei punti in serie A. «Adesso migliorarsi diventerà sempre più difficile e sarà fatale adesso che per i tifosi il traguardo diventi l'Europa League. Noi invece dobbiamo ripartire con l'obiettivo della salvezza». E non sarà facile tanto più che il Catania dovrà mantenersi ad alti livelli pensando di rinunciare a qualche pezzo pregiato e a trovarne di nuovi. «Gomez è molto vicino all'Atletico Madrid - conferma Pulvirenti - e molto probabilmente verrà ceduto. Noi abbiamo già preso Leto, che è un giocatore da recuperare da infortunio - come già ci è riuscito brillantemente con Barrientos». Per il resto si vedrà. Quello che è certo che, un pò per tutte le squadre italiane, il prossimo sarà un mercato al risparmio dove farà bene chi riuscirà a vendere qualche pezzo pregiato e a scovare talenti, in casa, o più facilmente all'estero. «Il Catania - conferma Pulvirenti - continuerà a seguire la pista del mercato argentino, come abbiamo già fatto con buoni risultati negli ultimi anni».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati