Vela, il palermitano Picciurro vince il trofeo “Figlia di Granara”

PALERMO. Ha premiato un giovane la seconda edizione del Trofeo “Figlia di Granara” regata velica nazionale ad inviti per timonieri della classe dinghy. Nelle acque di Mondello ha fatto centro il ventenne Vincenzo Piccurro del Roggero di Lauria che ha vinto oggi tutte e sette le sfide con la formula del match race della giornata finale tra gli otto velisti qualificati dopo i gironi eliminatori.
Dietro Picciurro un veterano del match race, Maurizio D’Amico (anche lui Lauria) che in virtù del successo nelle scontro diretto, ha relegato al terzo posto un altro giovane specialista dei “testa a testa”, Antonio Saporito del Circolo della Vela Sicilia. Quarto piazzamento per Marco Gambardella, altro atleta del club storico di Mondello.
La classifica degli otto finalista prosegue con Alessandro Candela (Velaclub Palermo), Renzo Santini (Cv Bellano), Agostino Cangemi e Ubaldo Bruni , entrambi del Lauria.
“Siamo felici – dice Andrea Vitale, presidente del Lauria, club organizzatore della regata - per avere confermato nell’albo d’oro della manifestazione un nostro atleta, Vincenzo Picciurro che  per tutto l’anno gareggia sul laser ma che si è voluto cimentare su questa imbarcazione. Sono grato particolarmente al nostro dirigente Giuseppe Figlia di Granara che ha collaborato con grande impegno nell’allestire questa manifestazione che porta il suo nome”.
La competizione ha goduto del sostegno di: Palace hotel, Tutone, Bmw, Esse Più Viaggi, Banca Nuova. Caffè Spinnato, Italkali e Aikon.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati