Triplo Bergessio: steso il Siena

CATANIA. Toro scatenato. Il Siena ha tinte bianconere, ma per Gonzalo Bergessio è come vedere rosso. Due gol all'andata, tre al ritorno. Mantenendo fede al suo soprannome, il centravanti rossazzurro va alla carica e travolge tutto ciò che trova sul suo cammino. In questo caso, la squadra di Iachini. Una tripletta da record. Per l'attaccante argentino, che raggiunge quota 12 andando per la prima volta in doppia cifra in Italia, e per il Catania, che batte il proprio primato assoluto di punti in Serie A (51) e di vittorie casalinghe stagionali (11). Lo show di Bergessio è anche una sentenza, o quasi, per il Siena. I bianconeri inanellano la terza sconfitta di fila, restano inchiodati al penultimo posto in classifica e vedono allontanarsi la zona salvezza, adesso distante cinque lunghezze. Margine colmabile solo con un'impresa, considerato il pessimo calendario che aspetta i toscani nelle ultime tre giornate (Fiorentina e Milan in casa, Napoli in trasferta) e i segnali negativi arrivati dal Massimino, dove gli ospiti hanno confermato di essere a corto di benzina e forse anche di fiducia nei propri mezzi.   
In teoria toccherebbe al Siena avere un approccio quanto meno più deciso alla gara e invece è il Catania a farsi subito sentire in avanti con Bergessio, che prima costringe Pegolo all'intervento su una conclusione ravvicinata e poi sblocca la gara sfruttando una bella sventagliata di Barrientos per Castro, preciso nel rifinire la giocata per il taglio del centravanti. La reazione bianconera è blanda, sintomatica di una squadra in chiara difficoltà. Gli uomini di Iachini non vanno oltre un tiro a lato di Rubin su una corta respinta della difesa etnea e pochi istanti prima dell'intervallo restano in dieci per l'espulsione di Felipe, che interrompe una chiara occasione da gol stoppando con un fallo di mano uno spunto di Barrientos al limite. Strada spianata per il Catania, una mazzata per il Siena. Iachini cerca di ovviare all'emergenza abbassando alternativamente Rubin e Angelo sulla linea arretrata, ma non può bastare. Dopo una conclusione di Sestu deviata in angolo da Frison, la formazione di Maran - che in chiusura di prima frazione ha perso Alvarez per l'ennesimo infortunio rimpiazzandolo con Potenza - fa valere l'uomo in più e la propria superiorità tecnica prendendo il sopravvento: Bergessio raddoppia con bel movimento a centro area raccogliendo un pallone servitogli da Izco, Barrientos sfiora il tris con una insistita azione personale e quindi lo ispira regalando l'assist della tripletta a Bergessio, scattato in posizione di leggero fuorigioco e lesto a superare Pegolo in acrobazia. La partita, di fatto, finisce qui. Bergessio esce tra l'ovazione dei tifosi, il Catania tra gli applausi, il Siena a capo chino.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati