Cgil, Pagliaro è il nuovo segretario in Sicilia

Subentra a Mariella Maggio che aveva lasciato l'incarico per candidarsi alle regionali. «Penso che la votazione di oggi sia un buon inizio per ritrovare l'unità all'interno del sindacato», dice il neo eletto

PALERMO. Michele Pagliaro è il nuovo segretario della Cgil in Sicilia. È stato eletto oggi con 76 sì, 11 voti contrari e un astenuto, alla presenza del leader della Cgil Susanna Camusso. Pagliaro subentra a Mariella Maggio che aveva lasciato l'incarico per candidarsi alle regionali. La sua elezione chiude una fase complicata per la Cgil che per alcuni mesi non è riuscita a esprimere una candidatura unitaria. «Penso che la votazione di oggi sia un buon inizio per ritrovare l'unità all'interno del sindacato - dice Pagliaro rispondendo ai cronisti -. Lavorerò per questo e sono fiducioso». Originario di Enna, 41 anni, Pagliaro proprio sotto la guida della Maggio, è entrato nella segreteria regionale del sindacato, con delega al mercato del lavoro, formazione e industria. Le sue prime attività con la Cgil risalgono al 1990 con l'impegno nella Camera del Lavoro di Pietraperzia, occupandosi di braccianti agricoli come capo lega della Flai. È diventato segretario della Camera del Lavoro di Enna nel 2004. Obiettivo è quello, per Pagliaro di "riallacciare le fila del confronto per approdare quanto prima a un piano regionale per il lavoro condiviso e basato su un progetto credibile di sviluppo produttivo della regione". "Dal 2008 - ha ricordato Pagliaro - sono stati cancellati 100 mila posti di lavoro. Dal 2009 al 2012 gli ammortizzatori sociali in deroga sono cresciuti dell'891,51%, coinvolgendo oltre 23 mila persone a testimoniare la caduta dell'apparato produttivo; sono disoccupati in Sicilia una donna e un giovane su due".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati